Torre dell' Orologio di Novi di Modena Dci-MO037

Riporto alcuni appunti di ricostruzione storica per gentile concessione del Gruppo Storico Novese. Le foto sono state riprese dal volume "Novi e i Novesi".

TORRE dell'OROLOGIO del borgo di Novi di Modena. Appunti per una sua ricostruzione storica

Torre dell'orologio in origine

La torre civica dei borgo di Novi Ŕ comunemente chiamata "Torre dell'orologio".

E' stata innalzata nella piazza principale del paese, ora Piazza Primo Maggio, a ridosso di quello che fino all'ultimo dopoguerra era l'antico Albergo San Giorgio (attualmente sede della Banca Popolare di Verona-S.Geminiano/S.Prospero).

Questa piazza, fino all'inizio del Novecento, era delimitata a sud dal cosiddetto Palazzone e fiancheggiata a nord dall'edificio della Posta dei cavalli (ora sede municipale).

Da una memoria dell'Archivio Comunale di Novi la nostra Torre risulta essere stata edificata nell'anno 1712 e che "deputati furono: Tenente Giuseppe Grossi e Alfiere Boccaletti, entrambi di Novi". Siamo nella prima metÓ del '700 e il nostro territorio in quegli anni era stato concesso dagli Estensi in feudo al marchese Ottaviano Acciaioli di Firenze che l'amministrava mediante un suo governatore. Con ogni probabilitÓ la torre fu voluta dal nuovo feudatario come elemento di prestigio e come riferimento di aggregazione per la comunitÓ novese.

In origine la torre era formata da un semplice parallelepipedo, senza sporgenze e con un tettuccio a quattro falde e fu dotata (se non costruita proprio per questa) di una campana con funzioni di comunicazione di messaggi civici (incendi, alluvioni, invasioni, pubbliche adunate, ... ) e, pi¨ tardi, di orologio che scandiva le ore per mezzo della stessa campana. Tutto questo in considerazione anche della distanza di oltre 500 metri del borgo dalla chiesa parrocchiale e dal relativo campanile, il quale fra l'altro aveva solo due campane, una delle quali incrinata ("fessa").

La campana della nostra torre civica ha una sua storia e caratteristiche particolari. Sempre secondo una memoria storica sarebbe stata rinvenuta nella zona ove sorgeva il castello di Novi (abbattuto a iniziare dal 1537) e fu subito posta sulla nostra torre.

Portava (e porta tuttora) una scritta in rilievo:

HOC AES CAMPANUM ALBERTI PII AUSPICIS CONFLATU - ANNO MDXXIII

Questa bronzea campana [Ŕ stata] fusa l'anno 1523 con gli auspici di Alberto Pio

Torre dell'orologio di Novi di Modena dopo il recupero di inizio secolo scorso

Questa scritta documenta l'origine e la destinazione della campana stessa, oltre che un significativo tratto della storia di Novi, allorchÚ Alberto Pio, signore di Carpi e di Novi, compý un gesto di attenzione e di riguardo verso la comunitÓ di Novi e il suo castello, allora, governato dal fratello Lionello Pio.

La torre, nella sua conformazione originale (con la data 1895 sul quadrante dell'orologio) e il contesto della piazza nella quale era ubicata, appare chiaramente nella grande fotografia alle pagine 24 e 25 di "NOVI E I NOVESI", libro di immagini storico-fotografiche del nostro paese.

Nel 1928 torre e campana furono oggetto di interventi di recupero, in quanto la prima denunciava segni di degrado e la seconda era stata incrinata da un fulmine. Cosý su disegno dell'architetto novese Pietro Pivi (progettista del nostro Teatro Sociale) la torre assunse la forma turrita attuale, mentre la campana venne rifusa, conservando fortunatamente la scritta originale, con l'aggiunta di un "fascio", spiegabile con gli anni in cui venne compiuta l'operazione.

Per la sua posizione centrale, l'elegante sviluppo verticale e le connotazioni storiche la torre dell'orologio Ŕassurta a simbolo civico, quasi stemma araldico, della comunitÓ dei capoluogo novese.



[ Home page di Iz4cco :) ] [ Nuova veste al mio sito con Xml, Xsl e Saxon. ] [ I miei link ] [ Link to Iz4cco ] [ Monte Cimone - Modena] [ Monte Baldo] [ Monte Catinaccio ] [ Passo di Croce Arcana - Modena - Pistoia ] [ Pietra di Bismantova - Reggio Emilia ] [ Parigi - Pasqua 2008 ] [ Sicilia 2006 - IT9/IZ4CCO da Cefal¨ ] [ Sardegna 2005 - IS0/IZ4CCO da Eu024 ] [ Rodi 2004 - SV5/IZ4CCO da Eu001 isole del Dodecanneso ] [ 2004 - Pasqua a Roma ] [ Lampedusa 2003 - IG9/IZ4CCO da Af019 - Ag001 ] [ Pasqua 2003 a Palermo IT9/IZ4CCO/p ] [ Lanzarote 2002 Isole Canarie Af-004 ] [ Pasqua 2002 a Vienna al 4U1VIC ] [ Vulcano 2000 - Isole Eolie - Eu-017 Iia-018 ] [ Natale 1999 a Bolzano ] [ Terremoto 2012 a Novi ] [ Percorso Ciclabile: La siepe Coccapana ] [ Marea e Mareo: l'osservazione di un nido di merli ] [ Protezione Civile e i radioamatori novesi ] [ La Piena del Secchia del 25 dicembre 2009 ] [ Fera d' Utober 2004 a Novi di Modena Stazione Radio dimostrativa ] [ Fera d' Utober 2003 a Novi di Modena Mostra radio d' epoca ] [ Prime Rose 2003 ] [ Fera d' Utober 1999 Novi di Modena Stazione Radioamatoriale Iz4cco ] [ Torre dell' Orologio di Novi di Modena Dci-MO037 ] [ Torre Sacchella a Novi di Modena Dci-MO038 ] [ Castello di Laimburg - Bolzano Dci- BZ024 ] [ Torre Salinas Muravera - Cagliari Dci- CA033 ] [ Castello dei Pio di Carpi Dci- Mo002 ] [ Torre Sacchella 2 settembre 2001 Dci-038 ] [ Castello Isola del Giglio 1░ maggio 2001 Dci-GR056 Iota-Eu028 Iia-GR002 ] [ Capraia 1999 - Arcipelago Toscano ] [ Carica il plugin ] [ Calcolo di un dipolo ] [ Albero di Natale ] [ La scia del mouse ] [ Orologio ] [ Linux ] [ Typo3 ] [ Collegamento Sound Blaster Ts850 ]