This site is hosted by
QSL.NET




Logo ARI
SEZIONE MONCALIERI

A.R.I.
Associazione Radioamatori Italiani
Italian Amateur Radio Association

________________________________________

Sezione di Moncalieri
Codice Sezione: 1003
Sede: Piazza Barauda, 11
loc. fraz. Barauda
- 10024 Moncalieri

Centro Operativo: piazza Fontanesi 3 - 10153 Torino



ATTENZIONE! Giugno 2012. Questa è la vecchia homepage del sito della Sezione ARI Moncalieri. Buona parte delle informazioni qui riportate sono obsolete e link potrebbero non funzionare. Viene comunque lasciata a disposizione per i riferimenti ai documenti che hanno fatto la storia (recente) del radiantismo italiano.
Codice delle Comunicazioni Elettroniche Ecco il testo del Decreto Legislativo 1 agosto 2003 Nr.259, pubblicato il 15/9/2003 sulla Gazzetta Ufficiale Nr. 214 (supplemento ordinario Nr.150); ha effetto dal 16 settembre e da tale data i Radioamatori avranno 45 giorni per integrare il canone 2003: pertanto entro il 31 ottobre 2003 si dovranno effettuare i versamenti delle differenze tra il vecchio canone e la nuova contribuzione. Leggere attentamente: è cambiata sia la Normativa che il Programma d'esame.
News dalla WRC 2003 Dal 29 marzo 2009 la banda dei 40m sarà a disposizione dei Radioamatori, anche nelle Regioni 1 e 3, da 7.000 a 7.200 kHz. Eliminata la prova d'esame di radiotelegrafia per conseguire la Patente di Radioamatore.

RADIOAMATORI
L'hobby
Chi sono
Cosa fanno
Come si diventa
Gli esami
Esonero esami
I nominativi

GUIDA
Stazione speciale radio scout II1TQ
A.P.R.S.
GPRS
La Sezione
Il "G.R.A.M."
Statuto di Sezione
Il corso per la patente
Gli esami per la patente
Statuto dell'ARI
Protezione civile
Radioascolto
Licenza CEPT
WWL World Wide Locator
I Ponti in VHF
Band Plan VHF
Band Plan 50 MHz
I Ponti in UHF
Band Plan UHF
Band Plan HF
Frequenze
Alfabeto Morse
DXCC List
Software/Varie
Produttori/Venditori
Pubblicazioni
Propagazione
Altre sezioni

QSL elettronica
The DX Zone
All European Repeaters
FlexNet
Risorse by IK4NYY
IK1XHT e Settimana Cultura Scientifica e Tecnologica
IK1XHT e eQSO
IK1XHT e EchoLink

VARIE
A.I.R.
A.R.I.
Sezioni ARI
A.RA.C.
C.I.S.A.R.
C.R.P.V.A.
GRM RASI
425 Dx News
I.N.O.R.C.
Six Italia
AMSAT
QSL.NET
QRZ.COM
AMRAD.ORG
T.A.P.R.
Codice Q
Meteor scatter
Satelliti per Radioamatori
A.R.R.L.
I.T.U.
IOTA (Islands)
JOTA (Radio Scouting)
Free Waves
Radio.it
100 anni di Radio
Radio Gateway Project
Packet Radio
Meteorologia
Grey Line
INORC
ARMI

dal MINISTERO
D.L. 1 agosto 2003 N.259
Decreto 11 febbraio 2003
D.M. 8 luglio 2002
DPR 29 Gennaio 2003
DPR 30 gennaio 2002
Nuovo Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze
DPR 5 ottobre 2001 n. 447
D.P.R. 27/01/2000 n°64
D.M. 17 aprile 2000
D.M. 25 luglio 2000
Disposizione 0027577
Gli Ispettorati Territoriali
Il diritto d'antenna

 

 

mail
Eliminato esame radiotelegrafia
ic775

(AGI) - Roma, 23 luglio 2005 - Per conseguire la patente di radioamatore non sarà più necessario svolgere il test di conoscenza dell'alfabeto Morse. Il ministro delle comunicazioni, Mario Landolfi, ha firmato il decreto che prevede l'eliminazione di tale prova già cancellata da tempo dalle altre nazioni.
"L'alfabeto Morse non è certamente andato in pensione, ma si tratta - ha detto il ministro - di una decisione dettata dall'evoluzione tecnologica e dalla necessità di essere al passo con i tempi. Le strutture che venivano utilizzate negli ispettorati del ministero per esami ed esercitazioni non saranno rimosse ma resteranno attive, come ho proposto, per giovani ed appassionati, continuando a ricordare l'importanza che per oltre centosessant'anni l'alfabeto Morse ha svolto nell'ambito dello sviluppo delle comunicazioni. E inoltre disporrò che per queste apparecchiature sia dedicata una sala al Museo storico delle poste e telecomunicazioni di Roma".
(AGI)

Legge Regionale 19, del 3/8/2004
ic775

È stata pubbicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte la Legge Regionale n°19 del 3 agosto 2004, "Nuova disciplina regionale sulla protezione dalle esposizioni a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici". Quanto è in essa contenuto non é una novità in quanto segue delle direttive nazionali ed è analoga ad altre diposizioni già varate da altre regioni. Si invita a leggere il testo della legge, le note di I1JQJ, Presidente del CRPVA. Indicazioni dell'URP-A.R.P.A. circa le modalità ed i termini di applicazione della Legge previsti per i Radioamatori.

i Radioamatori
ic775

Il servizio di radioamatore, fino alla fine del 2001, era disciplinato in Italia dal D.P.R. 29 Marzo 1973, n.156 (che raccoglieva in un testo unico le leggi postali); in particolare gli articoli che riguardavano l'attività dei radioamatori erano l'Art.330 e seguenti. Attualmente la materia è disciplinata dal DPR 5 Ottobre 2001 n. 447, entrato in vigore il 1° gennaio 2002. In particolare gli articoli da 32 a 44 solo quelli pertinenti all'attività di Radioamatore. Le norme tecniche di tale Decreto sono contenute nel DRP 29 Gennaio 2003, apparso sulla GU in data 11 Febbraio 2003.
Ultimo in ordine di tempo appare il Decreto Legislativo 1° agosto 2003, Nr.259 (pubblicato il 15/9/2003 sulla Gazzetta Ufficiale Nr. 214, supplemento ordinario Nr.150); raccoglie in un testo unico le varie norme emesse precedentemente e riporta parecchie novità.


I radioamatori sono hobbisti che, debitamente autorizzati dagli organi governativi, attuano con altri radioamatori scambi di messaggi di carattere tecnico, riguardanti esperimenti radioelettrici a scopo di studio e di istruzione e senza alcun interesse venale.
Le bande attribuite in Italia al Servizio di Radioamatore: licenze speciali e licenze ordinarie (secondo il D.M. 8 luglio 2002 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.169 del 20 luglio 2002 - supplemento ordinario n.146 - Approvazione del piano nazionale di ripartizione delle frequenze)
la Sezione
ic775

La sede della Sezione A.R.I. Moncalieri è in Piazza Barauda, 11 - loc. fraz. Barauda - 10024 Moncalieri (Torino) ed è aperta per i Soci nella serata di lunedì. Frequenza di ritrovo su 145.375 MHz FM simplex o su R4 (145.700 MHz).
La sede di Piazza Fontanesi 3 - 10153 Torino , è aperta nella serata di venerdì dalle 21.15 alle 23.15. Tale sede assume la denominazione di «Centro Operativo Piazza Fontanesi, Torino»; in un futuro molto prossimo seguiranno infatti altri Centri Operativi posti nella cintura di Torino, con denominazione della località ospitante.
I corsi di teoria e telegrafia si svolgono, a titolo gratuito, presso la sede del Centro Operativo Piazza Fontanesi; le preiscrizioni si ricevono da settembre ed avranno cadenza settimanale, in giorni da stabilirsi.

le radioassistenze
ic775

Grazie alla preparazione tecnica ed operativa dei soci, attività specifica della Sezione sono le radio assistenze (così come da Statuto), attività che consente agli operatori radioamatori di essere pronti e preparati in caso di operazioni di Protezione Civile. Le radio assisenze infatti, oltre che essere socialmente utili, sono esercitazioni di Protezione Civile a tutti gli effetti.
Vedi le frequenze radio usate dalla Protezione Civile, secondo le ultime modifiche al Piano nazionale di ripartizione delle radiofrequenze.
Vedi anche Riorganizzazione del Comitato nazionale di volontariato di protezione civile

Legge 46/90 e 447/91

Antenne, parafulmini, messa a terra...

A seguito delle normative 46/90 e 447/91, il Dicastero dell'industria con nota del 7/5/94 ha ritenuto che l'attività radioamatoriale, possa considerarsi esente da quanto previsto dalle leggi in questione, a patto che sia garantita la reale applicazione della norma CEI-81/1 per la protezione di strutture contro i fulmini. Tutto quello che c'è da sapere e come muoversi.

altre associazioni

In Italia esistono altre associazioni nazionali che hanno tra i loro associati anche radioamatori. Tra le più grandi attualmente esistono: il C.I.S.A.R., Centro Italiano Sperimentazioni Attività Radiantistiche, con sede a Roma; l'A.I.R., Associazione Italiana Radioascolto, con sede a Torino.

  Nota della DGCA
La nota del 14 ottobre 2002 della DGCA del Ministero delle Comunicazioni relativa all' l'impianto e l'esercizio di stazioni ripetitrici analogiche e numeriche per il servizio di radioamatore in tutte le bande di frequenze dei radioamatori.
  Nuovo Piano Nazionale delle Frequenze
Con il D.M. 8 luglio 2002, pubblicato sulla G.U. n. 169 Supplemento Ordinario 146 del 20/07/2002, viene approvato e reso esecutivo il Nuovo Piano Nazionale delle Frequenze, pubblicato sulla G.U. n. 169, Supplemento Ordinario 146 del 20 luglio 2002. Il provvedimento stabilisce, per ogni banda, i servizi che si possono svolgere e l'Ente che dovrà effettuare le assegnazioni di frequenza per le stazioni radio. Sostituisce ed integra il D.M. 28 febbraio 2000.
  Radioamatori: nuovo regolamento
Tra le novità: sono introdotti, in luogo della concessione, gli istituti di licenza individuale ed autorizzazione generale; il canone è sostituito da altri contributi amministrativi. Il nuovo regolamento è entrato in vigore il 1° gennaio 2002. Qui un estratto dagli artt. 32 a 44.
  Nuova allocazione ponti UHF
Dalla riunione avuta il 29 marzo 2001 con il Ministero delle Comunicazioni, grazie all'allargamento della banda dei 70 cm come dal Piano Nazionale di Ripartizione delle Frequenze, è scaturita la nuova allocazione dei ponti ripetitori in banda UHF. Tutti i particoli in un articolo estratto da Radiorivista 6/2001.
  Trasferibilità HF
Con D.P.R. 27 gennaio 2000, n°64, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n° 69 del 23 marzo 2000, pag. 6, lo Stato italiano recepisce la Direttiva Comunitaria ERC/DEC/(95)01. Tutte le info sulla trasferibilità delle HF; si veda anche il D.M. 17 aprile 2000. In data 29 settembre 2000 il Ministero invia agli Ispettorati Territoriali la disposizione 0027577 che chiarisce definitivamente i dubbi su trasferibilità e portatilità.
  A.P.R.S.
Un sistema sviluppato sul Packet Radio, permette la visualizzazione grafica su una mappa di icone relative a stazioni di radioamatori o altri eventi impostati dagli stessi OM. Tutte le info
  Normative
La circolare 7-1-99 del DGCA riguardo al possesso di apparecchiature potenzialmente utilizzabili anche su frequenze diverse da quelle consentite.
  SWL
Licenza speciale ed SWL: la circolare del Ministero PT del 5 febbraio 1973.
  Canoni
Abolito il canone di abbonamento alle radioaudizioni. Come ci dobbiamo comportare.
  USA e CEPT
Gli USA aderiscono alla CEPT, dal 17/06/99, comunicazione ufficiale della FCC.
  6 metri
L'ultima nota informativa del Ministero delle Comunicazioni relativa alla banda dei 6 metri.
  Protezione civile
Art.1 comma 2 del nuovo Decreto del Ministro delle Comunicazioni relativo alle frequenze radio per la Protezione Civile.
  Radamato
Il sito di Radamato, il Callbook dei Radioamatori Italiani ideato e scritto da Graziano Sartori I0SSH.
  LOG VRR
Il programmaLOGvrr, LogBook CallBook & PacketCluster, di Roberto Vendrame IN3VRR.
  TSTHOST
Packet-Radio Communications Software, tra cui TST, TSTHOST, TSTHWIN e tanti altri.
  JNOS
Il JNOS1.11A di Daniele I3FUE con tutte le informazioni del caso.
  135,7 - 137,8 KHz
La circolare ministeriale che da' in uso la banda 135,7 - 137,8 KHz ai radioamatori.
  Packet-Radio
La circolare ministeriale che autorizza e regola l'uso del packet radio
  QSL
La cartolina QSL, il tuo biglietto da visita, l'ultima cortesia dopo un QSO!
  Ass. G.Marconi
Tutti i siti segnalati dall' Associazione Guglielmo Marconi.

>>> 17 dicembre 2003, prinicipi regolatori per installazione antenne <<<
Danni da esposizione a campi elettromagnetici
Ministero delle Comunicazioni (ex PT)
C.E.I. Comitato Elettrotecnico Italiano
E.T.S.I. European Telecommunications Standards Institute
U.N.I. Ente Nazionale Italiano di Unificazione
I.S.O. International Organization for Standardization

mail
    • Ultimo aggiornamento:17 giugno 2010
Qualsiasi informazione pubblicata sul WEB della Sezione ARI di Moncalieri NON può essere utilizzata o riprodotta senza autorizzazione scritta.
Ogni violazione sarà punibile dalla legge (art. 615 ter c.p. e art. 17 e 64 bis, L. 633/41).